Percorso Psiconutrizionale

Il Percorso Psiconutrizionale prevede la collaborazione tra la Dott.ssa Giovanna Pastoressa in qualità di Psicologa e la Dott.ssa Mariarosaria Pepe in qualità di Biologa Nutrizionista. Questa collaborazione professionale nasce allo scopo di osservare il comportamento alimentare da una nuova prospettiva: approfondire ed esplorare le relazioni che intercorrono tra pensieri, sentimenti, emozioni e credenze inconsce sulla nutrizione e il loro impatto sulle condotte alimentari e sul funzionamento metabolico. La psiconutrizione affronta in modo nuovo le problematiche più comuni della fame emotiva, della dipendenza dal cibo e le difficoltà che incontra soprattutto chi nel lungo termine vuole dimagrire o vuole stabilire un rapporto più sano e benefico con la propria alimentazione. Perché il soggetto possa raggiungere e mantenere un buon grado di benessere psicologico e nutrizionale è necessario che si prenda cura di sé nel modo adeguato. Gli obiettivi che il percorso offre a coloro che decidono di intraprenderlo riguardano la cura della persona sia sotto il profilo psicologico, sia sotto quello nutrizionale.

Il Percorso Psiconutrizionale è rivolto a chi è interessato a migliorare e a mantenere nel tempo uno stile di vita sano ed equilibrato.

Gli obiettivi del Percorso Psiconutrizionale sono:

  • promuovere un cambiamento nello stile di vita che sia duraturo nel tempo;
  • imparare a riconoscere la fame emotiva e a distinguerla dalla fame biologica;
  • saper gestire la fame emotiva senza ricorrere al cibo;
  • individuare la giusta motivazione per intraprendere il percorso iniziato;
  • lavorare sulle emozioni negative legate a problematiche relazionali e/o psicologiche;
  • migliorare l’autostima e il contatto con l’immagine corporea.

Gli step del Percorso Psiconutrizionale sono:

  • informazioni di base sulla corretta alimentazione ed indicazioni comportamentali per dare inizio ad un nuovo e sano stile di vita;
  • imparare a riconoscere i propri bisogni psicofisici;
  • il momento del pasto:  come vivere in maniera sana e piacevole il pasto; 
  • attività motoria: la sua importanza fisica e psichica;
  • il pasto fuori casa: come gestire i diversi momenti conviviali;
  • come affrontare i momenti difficili senza mollare.

Il Percorso Psiconutrizionale è pensato per un gruppo di persone e prevede una serie di incontri che si svolgono in presenza della Psicologa e della Nutrizionista.

“Non puoi tornare indietro e cambiare l’inizio, ma puoi iniziare dove sei e cambiare il finale.”
(C.S. Lewis)

Consulenze di Logopedia Specialistica

Il Centro risorse emotive offre un servizio di logopedia specialistica.

Ma chi è il logopedista?

Il logopedista si occupa della prevenzione e della cura delle problematiche legate al linguaggio, alla comunicazione, alla voce, alla deglutizione e all’apprendimento (lettura, scrittura e calcolo) .

Quando rivolgersi a un logopedista ?

Il logopedista può intervenire in diversi tipi di difficoltà, come ad esempio:

  • se il bambino non parla o parla molto poco;
  • se è difficile comprenderlo quando parla;
  • se sono presenti difficoltà nella pronuncia di alcuni suoni;
  • se salta alcuni suoni o ne unisce altri che non corrispondono;
  • Se inverte le sillabe all’interno di una parola;
  • se la voce del bambino diventa spesso rauca;
  • Se ha difficoltà a leggere, scrivere o fare calcoli;
  • Se non comprende ciò che legge;
  • Se ha difficoltà a studiare e quindi a personalizzare un metodo di studio.

In cosa consiste una seduta di logopedia e quanto dura?

Le sedute di logopedia consistono in una serie di tecniche che riabilitano gli aspetti deficitari e intervengono sulle difficoltà del bambino.
Il logopedista valuta e sceglie le metodiche più adatte a ciascun caso, tenendo in considerazione le problematiche legate al disturbo.

Prima di iniziare un trattamento è necessario fare una valutazione per comprendere la situazione e pianificare un intervento efficace e personalizzato, in base alle specifiche difficoltà di ciascun bambino.

Nonostante il programma di intervento vari da bambino a bambino, un fattore che incide sulla buona riuscita del trattamento è l’intervento precoce.

Le sedute durano 45 minuti, una o due volte alla settimana, a seconda degli obiettivi che sono stati stabiliti in seguito alla valutazione.

Le sedute possono essere individuali o in piccolo gruppo.

La durata totale del trattamento  varia rispetto al disturbo in questione e si basa sugli obiettivi da perseguire definiti  dalle valutazioni cliniche effettuate e condivise con la famiglia.

Percorso di accompagnamento alla nascita

Percorso di accompagnamento alla nascita

“Quando nasce un bambino nascono anche una mamma ed un papà”

Il Percorso di Accompagnamento alla Nascita prende vita dal desiderio della dott.ssa Maristella Baldari e dott.ssa Pierina Caputo nel sostenere la coppia coniugale nel delicato passaggio a coppia genitoriale.

Il fine della preparazione al parto è cercare, indicare e sperimentare gli strumenti che favoriscano la capacità che ogni donna ha di percepire il proprio corpo, di unire la mente al corpo.

“Accompagnare alla nascita” significa favorire la consapevolezza e le scelte personali in un clima il più possibile non giudicante, cercando di attivare i bisogni della coppia nel rispetto del loro stile di vita e delle loro priorità.

Il Percorso di Accompagnamento alla Nascita vuole essereun insieme dinamico di interventi informativi ed educativi che accompagnano tutto il percorso dal pre-concepimento ai primi mesi dopo il parto e si pone i seguenti obiettivi specifici:

  • aumentare nelle coppie il senso di sicurezza, la fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità di affrontare la gravidanza, il parto e la cura e l’accudimento del bambino;
  • ridurre lo stress e l’ansia attraverso un percorso che miri al rafforzamento dell’autostima e della soddisfazione personale;
  • offrire uno spazio sociale;
  • promuovere la salute offrendo strumenti di sostegno e di elaborazione personale;
  • attivare la consapevolezza corporea, percettiva, emotiva e cognitiva e far emergere quanto c’è già di patrimonio personale, riscoprendo le proprie risorse;
  • fornire informazioni tecniche e basate su evidenze scientifiche, per dare significato alle esperienze che vengono vissute;
  • promuovere le capacità assertive, di responsabilizzazione e di scelta autonoma;
  • raggiungere un coinvolgimento e una partecipazione attiva delle gestanti e di coloro che le accompagnano.

Il percorso prevede 10 incontri da 2 ore ognuno con diverse figure professionali – ostetrica, ginecologo, nutrizionista, pediatra e psicologa – che possono chiarire molti dubbi ed aiutare ad arrivare pronti al parto. È rivolto alla coppia, data l’importanza della figura paterna nel percorso nascita.

 Ogni incontro contiene una parte iniziale di accoglienza, la trattazione con metodo attivo di uno o due argomenti, una parte dedicata al rilassamento ed una conclusione collettiva di feedback e saluti. Gli strumenti utilizzati e alternati durante la conduzione degli incontri hanno lo scopo di accogliere e far sentire le persone a proprio agio, di invogliarle ad aprirsi nel gruppo ed a partecipare attivamente.