Gruppo Empowerment – Genitori consapevoli

Diventare mamma e papà è un evento particolarmente significativo nella vita di qualsiasi persona, la vita cambia, perché essere genitori vuol dire accettare in modo responsabile e coraggioso il ruolo di educatore e significa essere pronti ad accompagnare e guidare lo sviluppo esistenziale del proprio figlio.
Significa anche instaurare ex-novo e in modo consapevole una relazione educativa fatta di gioco, presenza, scambio emotivo, cure, attenzioni, riflessioni che possa aiutare i figli a crescere ed imparare ad essere autonomi attraverso due processi maturativi: la differenziazione e la separazione.
Diventare genitori può spesso comportare un carico di responsabilità in cui prevalgono il dover essere sempre all’altezza, il dover amare sempre i figli, il dover essere sempre giusti e in ogni circostanza, il dover essere sempre tolleranti senza condizioni, il non dover ripetere gli errori dei propri genitori, il dover aspettarsi figli perfetti e quindi è necessario creare uno spazio di condivisione per rivedere queste aspettative poco realistiche e imparare a scegliere con il confronto e l’auto-consapevolezza e con una maturità relazionale affettiva che possa aiutare i genitori ad essere sempre più Adulti Significativi.
Quindi diventare genitori vuol dire conservare in modo autentico e schietto la propria umanità con pregi e difetti adottando un atteggiamento di messa in discussione dei propri comportamenti e sentimenti nei confronti dei figli.
Ma chi può aiutare i genitori in questo difficile ma affascinante mestiere?
Noi crediamo che in un’ottica relazionale e circolare l’unica identità che può farlo è un gruppo di condivisione, definito gruppo di empowerment genitoriale (che possa crescere dopo una fase di sensibilizzazione e un percorso formativo), costituto da un agevolatore delle comunicazione o facilitatore, esperto nelle relazioni di gruppo, un osservatore  partecipante attento a leggere i processi e le dinamiche relazionali, un verbalizzatore che mantiene e ravviva la storia e le regole del gruppo, e il gruppo stesso attraverso il quale il singolo genitore possa usufruire di uno spazio contenitivo ed espressivo di confronto e condivisione di esperienze, sentimenti e vissuti.

I gruppi di empowerment genitoriale non vengono proposti come risposta ad una crescente  incapacità e difficoltà degli adulti ad assolvere questo compito ma come un intervento strategico che non seguano la tradizionale logica assistenziale (interventi per le famiglie povere, inadeguate o assenti) ma una logica di tipo preventivo basata sullo scambio di risorse, capacità e soprattutto esperienze di vita tra coloro che svolgono “Il mestiere educativo” più antico e delicato della società odierna: “Essere e fare il genitore”.

CARATTERISTICHE DELL’EMPOWERMENT GENITORIALE

Si rivolgono alle totalità delle famiglie presenti sul territorio.

Coinvolgono direttamente la famiglia come risorsa.

Intendono valorizzare la famiglia come soggetto sociale e non come destinatario passivo di servizi e interventi.

Intendono migliorare e rafforzare le relazioni familiari e la contemporanea trasformazione delle stesse.

Si pongono in’ottica di promozione della salute e prevenzione primaria valorizzando sia le risorse interne al nucleo sia risorse di rete relative al contesto comunitario.

REGOLE DEL GRUPPO “GENITORI CONSAPEVOLI”

Ci incontriamo per condividere vissuti e sentimenti su diversi temi che riguardano l’operato dei genitori e dei figli e i partecipanti devono seguire in modo deciso e abbastanza fermo cinque regole negli incontri ( ci si vede una o due volte al mese):

1)Parlare uno alla volta;

2) Rispettare l’altro e non interrompere la comunicazione;

3) Essere puntuali agli incontri per rispetto degli altri e per l’operato del gruppo;

4)Non giudicare l’altro ma condividere l’opinione o lo stato emotivo;

5)Ascoltare non soltanto con le orecchie ma anche con il cuore.;

6)Inoltre è stato deciso che per ogni incontro i partecipanti mettono a disposizione del gruppo 5 euro che diventano una risorsa per i costi di qualsiasi iniziativa del gruppo;

7) Chi vuole far parte del gruppo deve compilare una richiesta semplice d’ingresso e deve avere una sana e adeguata motivazione personale. Dopo aver fatto richiesta a qualsiasi partecipante del gruppo, puo’ entrare ed essere un partecipante attivo.

OBIETTIVI DEL GRUPPO “GENITORI CONSAPEVOLI”

1. creare relazioni e alleanza con e tra i partecipanti per promuoversi come genitori-risorsa.
2. prendere consapevolezza dei bisogni emotivi e dei valori del proprio nucleo familiare.
3. auto-rivelarsi e ascoltare le esperienze e i vissuti di altri nuclei familiari su tematiche educative.
4. favorire interventi coordinati, solidali e congiunti da parte di quanti hanno responsabilità educativa nei confronti delle nuove generazioni.
5. offrire ai genitori la possibilità di esprimersi e di aumentare la consapevolezza tramite l’esplorazione di sé e delle proprie modalità di azione.
6. diminuire l’isolamento relazionale delle famiglie.
7. favorire l’empowerment familiare.
8. aumentare il senso di appartenenza alla comunità e ai valori educativi familiari.
9. Rendere possibile il passaggio da possibilità teorica a potenza, da disponibilità a potenzialità, facoltà e competenza, dal può essere fatto al posso farlo (si può fare)
10. Il realizzabile, Il possibile, il pensabile trasformarlo in realizzato, in possibilità concretizzata, in pensato e agito.


Info:
Teresa 347/8114971
Angela 328/3367118