Percorso di sostegno alla genitorialità

“Non è possibile essere un genitore perfetto, ma ci sono milioni di modi per essere un buon genitore”.

Il Percorso di Sostegno alla Genitorialità nasce dalla collaborazione tra due neo-mamme psicoterapeute, la Dott.ssa Pierina Caputo e la Dott.ssa Maristella Baldari con lo scopo di:

  • offrire uno spazio di ascolto privo di giudizio in cui i genitori possano sentirsi liberi di esprimere ed esplorare i propri vissuti;
  • creare un percorso dinamico per aiutare in modo creativo i genitori e i loro figli.

La genitorialità è una funzione molto complessa, coinvolge sia aspetti individuali che aspetti di coppia; implica una capacità, da parte del genitore, di ristrutturare il proprio stile educativo in modo dinamico ed evolutivo, in base alle modificazioni legate alla crescita.

Il Sostegno alla Genitorialità è un percorso che porta alla “crescita” dei genitori stessi, vuole orientare le famiglie verso l’assunzione di un atteggiamento educativo consapevole ed efficace.

Si articola in una serie di incontri e si pone i seguenti obiettivi:

  • Comprendere la domanda posta dai genitori e la problematica vissuta nella relazione con i figli e orientarli nella scelta di una strategia di aiuto e di forme efficaci per la specificità della situazione;
  • Aumentare la consapevolezza e la sensibilità dei genitori rispetto alle proprie aspettative, alle proprie paure, ai propri bisogni;
  • Permettere una riflessione su di Sé (nel ruolo genitoriale) esui propri vissuti, sulla relazione genitore-figlio, sugli atteggiamenti educativi adottati, sulle strategie comunicative utilizzate;
  • Attivare le competenze e le risorse presenti nel contesto e nelle persone, per gestire in maniera positiva le situazioni di criticità;
  • Fornire al genitore gli strumenti conoscitivi che gli permetteranno di migliorare la propria capacità relazionale, accrescendo, di conseguenza, le competenze educative;
  • Acquisire nuovi elementi di conoscenza in merito al momento evolutivo che il nucleo sta attraversando e gli strumenti di cui già dispone per promuovere un cambiamento positivo;
  • Favorire il riconoscimento del proprio stile educativo e fornire ai genitori strumenti di comunicazione adatti alla realizzazione del progetto educativo; 
  • Favorire il confronto tra genitori.

Gli incontri saranno caratterizzati dall’uso di una metodologia interattiva ed esperienziale con il supporto di strumenti quali slide, visione di video e immagini, esercitazioni, giochi interattivi, laboratori espressivi e manipolativi.